Maria 2

maria22

Questa storia e’ l’aggiornamento che ci ha mandato Maria della sua storia scritta poco dopo la diagnosi. Qui potete leggere la prima storia che ci ha inviato Maria.

Eccomi qua, a 9 mesi da quel giorno, da quei giorni. Quando tutto ebbe inizio, quando qualcuno decise che la mia vita sarebbe cambiata per sempre e che io sarei cambiata.
Non starò qui ad annoiarvi con i dettagli di quello che avvenne il 12 Novembre 2015 e nei giorni che lo seguirono, anche perché nonostante io ricordi ogni singolo attimo di quel giorno non è piacevole per me ripensare che adesso potrei non essere qui a scrivere queste cose, a parlarne. Magari non avrei mai saputo come sarebbe andata a finire, e adesso sarei solo un ricordo nel cuore delle persone che mi amano, e anche in quello delle persone che mi odiano.
Ma sono qui, mi è stata data un’altra possibilità per rendere speciale questa vita, sono qui e sono viva e questo è quello che conta.
In questi mesi ho visto il mondo cambiare, ho visto l’altra faccia che ha, quella cattiva, spietata e ho capito che quella che vedevo prima era migliore.
Adesso vi parlerò di Maria prima di tutto questo. Userò il passato perché quella Maria non esiste più, quella Maria che aveva gli occhi ingenui di chi crede che se ti comporti bene qualcuno ti ricompensa, che si lamentava della monotonia della sua vita e non capiva che era la cosa più bella che aveva, non avere pensieri era la cosa più bella che aveva.
Eppure non riusciamo ad apprezzare le cose fin quando non rischiamo di perderle.
E’ vero che la vita non ci è andata piano con me, mi ha buttata in un precipizio e mi ha detto ” vedi la luce che c’è su? Se vuoi raggiungerla sali e non ti arrendere!” ma non posso stare a lamentarmi di questo, certo ci sono state volte in cui non riuscivo a capire perché proprio a me, in cui odiavo tutto e tutti perché non potevo vivere come una diciottenne normale, ma poi ho capito che c’era gente che stava peggio di me, a cui la vita non aveva dato la possibilità di salire verso la luce, verso la salvezza.
Ho conosciuto persone che sorridevano anche se la vita non sorrideva a loro e mi sono detta che dovevo farlo anche io, ritenermi fortunata nonostante tutto.
Non è stato facile ma posso dire di essere sopravvissuta psicologicamente a tutto questo grazie alla mia forza di volontà, e ovviamente grazie alle persone che mi sono state vicine e diciamolo, anche a quelle che mi sono state lontane, perché ho capito che non avevo bisogno di loro.
Ricordo ancora il dramma di quando il mio corpo cominciò a cambiare, potrebbe sembrare l’ultimo dei problemi ma in realtà solo chi ci passa riesce a capire quanto sia brutto guardarsi allo specchio e vedersi diversi, e non riconoscersi.
A me è successo molte volte, ma ho impressa nella mente una notte in cui stavo molto male. Avevo dolori dappertutto ed ero nel letto di mia madre che si stava vestendo per portarmi al pronto soccorso, mi sono alzata e di fronte avevo lo specchio e allora per un attimo ho pensato “ma no, quella non sono io, questi dolori, questo corpo non sono miei”
Ero gonfia, senza capelli, senza sopracciglia, non ero più io e a quel punto al dolore fisico si è aggiunto anche il dolore psicologico.
Ci è voluto un pò ad accettarmi, ma poi non mi è interessato più di quello che gli altri potevano pensare di me, volevo solo non fare pena a nessuno, non volevo che gli altri pensassero “poverina sta male” ma che dicessero “Sta male ma è forte e ce la farà”.
Così ho affrontato anche la maturità, mi sono diplomata ed è stata una delle soddisfazioni più grandi.
Poi piano piano sono arrivate anche altre soddisfazioni, la pet negativa, la salute che migliora e finalmente l’ultima chemio.
Spero che da qui in poi arrivino solo belle notizie, perché sono quasi risalita dal precipizio e la luce adesso è bellissima.
La vita è bellissima, non sottovalutatela mai.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s